La guerra ai fanatismi? Si combatte con L’Educazione

Un’avventura personale incredibile. Come definire altrimenti la vita di Tara Westover, l’autrice di “L’Educazione” (edito da Feltrinelli), libro che sta riscuotendo grande successo soprattutto perché nasce da una esperienza reale. Sì perché nonostante la trama possa apparire quella di un romanzo di appendice, con la protagonista semianalfabeta capace di diventare docente nella prestigiosa Cambridge, la vicenda è vera, ed è “semplicemente” la vita della stessa autrice.

TRAMA– Tara Westover è nata in Idaho nel 1986 in una famiglia di Mormoni anarco-survivalisti che vedono nello Stato il nemico numero uno,  credono nella fine del mondo e la attendono inscatolando pesche sciroppate e collezionando armi. Così come i suoi sei fratelli, non viene dichiarata all’Anagrafe, non frequenta la scuola pubblica e non ricorre al servizio sanitario perché a curare ed a guarire ci pensano le erbe della madre. Il padre, un paranoico fondamentalista e bipolare (ottime premesse per una famiglia disfunzionale) tiene i figli lontani dalla scuola, dalla medicina ufficiale, dalla socializzazione. L’autrice cresce lavorando nella discarica che è inizialmente unica fonte di sostentamento della famiglia, senza alcun tipo di istruzione neanche domestica e soggiogata dalle fobie paterne. Come riesce una ragazzina cresciuta in questo modo a diventare una stimata storica? La Westover lo racconta in tre parti nelle quali l’impronta degli studi della scrittrice, la storiografia, si nota tutta. Una ricostruzione puntuale di episodi ed aneddoti familiari, talvolta accompagnati da note a piè di pagina e dalle testimonianze dei fratelli. La prima parte è dedicata all’infanzia nell’isolata catapecchia di famiglia, la cronaca di una crescita selvatica e alimentata dalle paranoie del padre-padrone, dalla Bibbia, dai racconti dell’Apocalisse ed il lavoro alla discarica. La seconda parte è quella che fa da spartiacque tra il passato e quello che verrà: Tara cresce, acquista consapevolezza di sé, diventa donna e ne subisce le conseguenze nel mondo bigotto e chiuso dei Mormoni, infine comprende quale sia l’unica arma a sua disposizione per affrancarsi da quella condizione. La terza parte è quella del cambiamento attraverso l’iscrizione al college ed infine l’arrivo a Cambridge. Un’ evoluzione eccezionale da bambina senza alcun riferimento culturale a membro di una delle più prestigiose dimore culturali d’Europa, cui si assiste lentamente, pagina dopo pagina, fino all’ultima, trascinati da emozioni diverse. Nel mio caso l’emozione più forte l’ho provata nella parte in cui Tara, appena iscritta al college, legge la parola “Olocausto”e non sa cosa significhi. Un colpo al cuore del lettore, un episodio così assurdo (siamo negli anni 2000) eppure così vero, che non lascia indifferenti come il resto dell’autobiografia.

RECENSIONE– “L’educazione” è un libro importante. Un romanzo che lancia un messaggio fondamentale: l’unico mezzo per combattere ogni genere di fanatismo è l’istruzione. Affrancarsi dalla schiavitù dell’ignoranza, uscire dalla comfort zone delle proprie convinzioni, svincolarsi dalle credenze per diventare liberi. In primis, liberi di scegliere. Tara era una bambina dal destino segnato: avrebbe seguito le sorti della madre, della sorella o delle cognate, tutte sottomesse a maschi ostili e costrette a soffocare ogni anelito di indipendenza. La sua scelta di istruirsi, di iscriversi al college, di uscire di casa per studiare, le rende possibile cambiare quel destino e diventare una persona diversa in grado di guardare alla sua famiglia con obiettività e distacco. Le conseguenze sono dolorose (l’emarginazione, la condanna sociale del suo ex gruppo di appartenenza) ma il riscatto personale è ineguagliabile. Questo libro va letto e consigliato perché sebbene possa sembrare una classica storia da ‘sogno americano’ è invece una storia universale perché in ogni angolo di mondo l’istruzione resta l’arma più potente.


Tag:, , , , , , , , , ,
Copyright 2018. All rights reserved.

Posted luglio 29, 2018 by librosaura in category "Uncategorized

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *