L’amore ed il tradimento sotto il velo dipinto da Maugham

Racconto d’amore e tradimento. Una trama come tante, ma scritta da William Somerset Maugham è tutta un’altra storia. Perché Maugham ci mette la classe. La classe dello stile, senza alcuna sbavatura; la classe dell’ambientazione: prima l’Inghilterra degli inizi del Novecento, poi le colonie orientali britanniche e la Cina; la classe dei suoi personaggi, mai banali, capaci di svelarsi pagina dopo pagina. Questo è “Il velo dipinto”, un classico del ventesimo secolo ed un esempio mirabile della vena dello scrittore britannico. La vicenda è stata immortalata anche dal cinema: Kitty, ragazza bella ma fatua, pensa come tutti i giovani di avere tutta la vita davanti e trascorre l’età più verde tra feste e corteggiamenti che non portano mai, con gran disperazione dell’avara madre, all’agognato matrimonio con qualche danaroso pupillo. Finisce come tante altre storie simili: Kitty, arrivata a venticinque anni (che per i tempi era il limite temporale tra vergine di bella speranza e zitella) sposa il primo (o quasi) che incontra. Lui è Walter Fane, un ombroso batteriologo che sembra non offrire nulla tranne una proposta di matrimonio (e di trasferimento ad Hong Kong) da accettare al volo. Kitty e Walter convolano a nozze e partono per la colonia, ma qui nella loro vita coniugale irrompe la variabile impazzita: il tradimento. La donna, che non prova amore per il marito, si innamora invece del suo alter ego Charles Townsed, aitante e focoso. Iniziano una relazione che li conduce direttamente all’inferno. Perché Walter li scopre e, mostrando un lato di sé che la consorte- troppo attenta a se stessa- ignorava, ordisce un piano diabolico che metterà Kitty di fronte ad una scelta inevitabile e drammatica. Non svelo altro, anche se questo libro è molto conosciuto e la sua trama è stata adattata per il grande schermo ben tre volte, ma lascio a chi vorrà leggerlo scoprire come si dipana l’intera vicenda. Sappiate però che in questo libro non si riesce a parteggiare per nessuno. Né per il marito tradito, né per la moglie trascinata in pieno “inferno in terra”. Si assiste semplicemente all’evolversi delle vite di Kitty e Walter, personaggi che non restano uguali a se stessi ma che maturano, cambiano, diventano altro pagina dopo pagina. Una magia letteraria che riesce a pochi.

Consiglio vivamente questo libro. Prima di tutto perché è uno di quelli da leggere prima di morire (Piero Dorfles lo ha inserito nel suo “I cento libri che rendono più ricca la vostra vita”) e va collezionato come un prezioso classico. E poi perché è un libro capace di raccontare il tradimento ed il sesso con grande eleganza. La storia di Kitty, una sorta di Emma Bovary che tenta il martirio senza riuscirvi, è moderna anche se ambientata ai primi del Novecento. Possiamo detestarla e crederla egocentrica e narcisista ma non mancheremo di immedesimarci nel modo ingenuo in cui si lascia abbagliare da un amore frivolo credendo sia quello vero ed unico


Tag:, , , , , , ,
Copyright 2018. All rights reserved.

Posted giugno 26, 2018 by librosaura in category "Uncategorized

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *